Giappone: l’inizio della primavera e la meraviglia del sakura

Si chiama sakura, ed è l’equivalente del nostro ciliegio. Per i giapponesi, tuttavia, è molto di più: è l’albero la cui fioritura dà ufficiosamente il via alla primavera, regalando degli spettacoli naturalistici che hanno ben pochi eguali in tutto il mondo. Il sakura, unitamente all’hanami (ovvero, l’osservazione dei fiori) rappresentano per i giapponesi un momento di massima contemplazione, riproponendo, anno dopo anno, una tradizione che si rinnova da più di 1.000 anni, ed è oggi molto sentita tra tutte le generazioni. Ma da dove nasce la tradizione di osservare e contemplare i fiori durante l’inizio della primavera?

La leggenda dell’hanami

La leggenda dell’hanami

I ciliegi giapponesi hanno origine da Yoshino, una città le cui colline, all’inizio della primavera, si colorano di rosa a causa della fioritura di tali alberi. Secondo la leggenda, gli stessi furono piantati nel VII secolo d.c. da En-no-Ozuno, un sacerdote che aveva scagliato una maledizione contro chiunque avesse osato abbatterli.

Anche se la maledizione è oggi una semplice credenza popolare, da quel momento in poi, nessuno ha effettivamente agito in senso contrario e, anzi, i ciliegi si sono diffusi in gran parte del Paese, dando altresì vita a numerose varianti.

Dove osservare i ciliegi in fiore in Giappone

Sulla base di quanto abbiamo sopra espresso, è facile comprendere che la primavera sia uno dei momenti ideali per visitare il Giappone. Se pertanto avete l’opportunità di recarvi nel Paese in questo frangente temporale, vi sono alcuni luoghi che non potete assolutamente saltare: il Parco Maruyama a Kyoto, e il Parco di Ueno, a Tokyo, sono certamente i due parchi cittadini nei quali ammirare i paesaggi più sensazionali.

Se avete il tempo di fare un’escursione fuori porta, potete invece recarvi al Castello di Himeji, nella prefettura di Hyogo. Conosciuto con il nome di airone bianco per il suo aspetto esteriore (di bianco brillante) è certamente uno dei monumenti architettonici che meglio riescono a simboleggiare il cambiamento del tempo contraddistinto dalla fioritura dei ciliegi.

La meta preferenziale è tuttavia il Castello di Hirosaki, nella prefettura di Aomori, che tra fine aprile e i primi di maggio ospita la Festa dei Ciliegi in Fiore.

sakura