Salento per famiglie, 7 posti da non perdere

Il Salento non è solo una meta per giovani ma è anche una meta per famiglie. Se hai deciso di portare la tua famiglia in vacanza nel Salento, noi ti suggeriamo dei bellissimi posti che renderanno speciali le tue vacanze.

Ecco i bellissimi luoghi che renderanno indimenticabili le vacanze per te e per la tua famiglia. Oltre ai luoghi che andrai a scoprire tra poco, per il tuo soggiorno nel Salento potresti optare per una struttura extra alberghiera e quindi dormire in un alloggio tipico come un trullo o masseria ci sono diversi siti web di annunci di casa vacanze dove poter trovare e scegliere la migliore soluzione come ad esempio hotelfree.it Subito.it annunci, homeaway.it dormire in una casa vacanza ti permetterà non solo di risparmiare ma anche di immergerti completamene nell’atmosfera salentina.

Salento casa vacanze

Le principali mete salentine, per famiglie, che abbiamo raggruppato riguardano zoo da visitare in macchina, parchi acquatici, parchi divertimento, parchi a tema e spiagge. Si tratta di luoghi a tema molto belli ed interessanti, adatti al divertimento dei bambini ma anche a quello degli adulti: se si amano gli animali, i divertimenti acquatici e i luna park queste sono le attrazioni che non ci si può perdere.

Salento per famiglie, 7 posti da non perdere

1. Lo Zoo Safari di Fasano, si tratta di un’attrazione davvero particolare. Una parte dello zoo si gira in macchina e si possono vedere tanti animali, dai leoni, agli orsi, alle giraffe, ai cammelli. Altre parti dello zoo si girano a piedi o in trenino e non mancano mostre naturali con animali particolari o molto cattivi. All’interno del parco c’è anche un’area dedicata alle attrazioni divertenti come la casa degli specchi e le montagne russe.

2. Splash Acquapark a Gallipoli, si tratta di una divertente attrazione per grandi e piccoli che offre attrazioni per tutte le età, con anche attrazioni forti come il Kamikaze e il Vortex. Ci sono anche giochi per bambini come piscine e giochi gonfiabili.

3. Blu Salento Village, un bellissimo villaggio turistico in zona Lecce. Nei pressi del mare cristallino offre un’atmosfera di divertimento e relax. Piscine per bambini ed adulti, giochi attività sportive, Wi Fi gratis, animazione di giorno e di notte, sport acquatici e naturalmente tanto tempo per divertirsi in spiaggia.

4. Fattorie didattiche: si trovano in molte zone del Salento e sono la meta ideale per le vacanze in famiglia. Le fattorie didattiche offrono apprendimento e divertimento, a diretto contatto con allevatori ed agricoltori i piccoli il mondo della natura, gli animali e le buone tradizioni della loro terra. Il tutto fra merende, passeggiate, giochi con guide esperte. Nei pressi di Lecce, Ostuni e Brindisi si trovano molte masserie affascinanti dove rilassarsi e giocare con i propri bambini.

5. Parco naturale regionale Bosco e paludi di Raucci, a 15 km da Lecce, si tratta di una zona boschiva ricca di lecci che si affaccia sul mare. E’ possibile ammirare tante diverse specie di piante e di fiori ma anche di animali fra rane, ricci, tassi ed uccellini.

6. Le spiagge per famiglie: ovviamente non potevano mancare. Nell’elenco inseriamo: il litorale del Gargano, Porto Cesareo con i suoi splendidi fondali ricchi di fauna che i vostri bambini adoreranno scoprire e Porto Lapillo la perfetta località tranquilla per godersi le vacaze al mare con la propria famiglia, le bellissime spiagge di Pescoluse dette anche “spiagge caraibiche” chiamate così per la loro splendida sabbia bianca lambita da acque azzurre, il Lido Marini attrezzato di tutto punto per le famiglie che vogliono divertirsi in totale comodità, San Cataldo a Lecce che però è di solito affollata (Torre Chianca, Spiaggia bella e Torre Rinalda sono i punti più rinomati del posto), la Baia dei Turchi ad Otranto spiaggia storica dalla bellezza incomparabile e la spiaggia di Santa Maria di Leuca per chi magari ha dei figli già adolescenti che vogliono godersi una festa in spiaggia las era…con i genitori perché no.

7. L’Oasi protetta dei Laghi Alimini: come tutti i parchi naturali non mancherà di affascinare sia gli adulti che i bambini, quest’oasi è situata nei pressi della Baia dei Turchi. Possibilità di escursioni nei sentieri, di conoscere la flora e la fauna e di fare un tuffo in mare.

Cosa chiedere di meglio da una vacanza nel Salento? Facci sapere quali sono i posti salentini che ami frequentare con la tua famiglia quando andate in vacanza!

Come preparare il bagaglio a mano?…ecco il VIDEO

Finalmente si sta avvicinando il periodo maggiormente amato da tutti per le vacanze e le partenze di ogni tipo. Di seguito vi proponiamo alcuni video (diventati anche famosi) contenenti i migliori consigli per organizzare il nostro bagaglio. In particolare, per far fronte ai costi accessori delle compagnie low cost (vedi il bagaglio in stiva), vediamo alcuni trucchi per riuscire ad inserire tutto in un comodo bagaglio a mano.

Il primo video, diventato oramai un cult per i viaggiatori da….zaino in spalle:

 

…ed ecco invece un video ufficiale della compagnia spagnola Volotea:

Il Chianti: una vacanza tra storia, natura ed enogastronomia

il-chianti-turistaoggiIl Chianti è diventata una delle zone più gettonate del nostro paese, tanti stranieri decidono di comprare una casa o un casale tra le colline toscane, e tanti turisti, italiani e non scelgono questa magica porzione della Toscana per le loro vacanze.

Il Chianti rappresenta infatti uno dei simboli dell’Italia e della sua eccellenza sia dal punto di vista paesaggistico che gastronomico. In questo territorio infatti paesaggio, storia cultura, cibo e vino si fondono insieme indissolubilmente.

Nelle splendide colline verdeggianti, nei vitigni, nelle cantine e nei borghi medievali si respira un’atmosfera che rimanda a tempi lontani, legati alle tradizioni di una volta, che mai hanno realmente abbandonato questa terra.

Il luogo ideale per un weekend lungo nel quale ritirarsi e rifocillarsi in armonia con la natura e con i prodotti della sua terra.

Logisticamente parlando questa regione offre innumerevoli possibilità: potrete infatti scegliere uno dei numerosi hotel nel Chianti, o se preferite un agriturismo, che spesso è anche azienda produttrice di prodotti tipici come il vino e l’olio, o ancora affittare un antico casolare per brevi periodi.

Sono inoltre diversi gli itinerari che potrete seguire nel Chianti, così come numerose sono le località ed i caratteristici borghi medievali dov’è spesso possibile visitare le cantine.

Fra questi merita sicuramente una menzione Greve in Chianti, che è anche chiamata la Porta del Chianti. Greve, per la sua posizione strategica di crocevia, si è sviluppata sempre attorno alla propria piazza del mercato.

Vicino a Greve in Chianti potrete visitare inoltre il Castello di Montefioralle, una frazione molto caratteristica per la sua conformazione ancora visibile: il perimetro del paese è cinto da un doppio giro di mura fortificate su cui si addossa tutto il paese.

querceto-bigInoltre intorno a Greve si trovano ben due castelli, quello del Querceto e quello di Uzzano, dei quali si possono visitare le cantine e degustare i pregiati vini.

Anche Gaiole in Chianti è un paese la cui storia si fonde con la sua posizione di snodo viario. Gaiole infatti era la via di comunicazione tra il Chianti ed il Valdarno superiore.

Poco distante da Gaiole è possibile visitare la Villa Vistarenni che sorge in una splendida posizione tra le colline del Chianti, e quella oggi visibile mostra uno stile cinquecentesco anche se il suo aspetto risale al progetto di Ludovico Fortini dell’inizio del secolo scorso. All’interno del parco della villa è visitabile una cappella intitolata a Maddalena de’ pazzi.

Sempre vicino a Gaiole si trova il Castello di Brolio, il cui nome di derivazione celtica probabilmente risale ad un’epoca anteriore all’anno 1000. Il castello è legato alla famiglia Ricasoli, importante ed influentissimo casato della zona.

Oggi l’aspetto del castello mostra elementi neogotici voluti dal barone Bettino Ricasoli nel 1829. Bettino Ricasoli, detto anche il barone di ferro, è stato inoltre colui che ha codificato per primo la ricetta del celebre vino Chianti Classico attraverso la miscela di tre diversi tipi di uve.

Infine Monteriggioni è un paese costruito dai senesi sulla sommità di una collina che ancora mostra la propria struttura duecentesca. All’interno del paese si trovano ancora numerose botteghe di artigianato, cantine e trattorie dove è possibile gustare i prodotti tipici di questa splendida terra.

Dante, rimanendo impressionato dall’imponenza della cinta muraria di Monteriggioni la cita nell’inferno paragonando le torri fortificate della cinta ai giganti incatenati alla voragine di Malebolge.

Francia alternativa: alla scoperta di Amiens

amiens_cathedral_950pxLa Francia può essere una località che affascina e moltissimi turisti ogni anno, vogliono conoscere tutte le alternative uniche che vengono offerte dalla splendida Amiens. Stiamo parlando di una località francese davvero caratteristica, dove si trova la cattedrale più grande di Notre Dame.

Peccato che la cittadina non sia conosciuta dalla maggior parte dei turisti, visitare la Cattedrale di Amiens è una cosa da fare almeno una volta nella vita. Possiamo definirla un vero capolavoro di ingegneria che vi lascerà senza parole per le sue caratteristiche uniche e fantasiose.

La facciata di questo monumento è stata realizzata in pietra lavorata, dove sono state integrate anche delle sculture piuttosto “cattive” che decorano il suo ingresso. Una volta entrati, lasciatevi avvolgere dalla sua incantevole bellezza, con pitture antichissime che ne risaltano l’importanza.

Una volta terminato il giro della cattedrale, non perdetevi le specialità locali come i macaron d’Amiens, che delizieranno il palato delle persone più golose. Il posto perfetto per assaggiarne uno è sicuramente da Jean Trogneux, la popolare pasticceria artigianale che viene mandata avanti dalla stessa famiglia da ben cinque generazioni.

Questo tipico dolce conosciuto in tutto il mondo, viene creato secondo la ricetta originale che prevede l’integrazione di miele, mandorle, zucchero e bianchi d’uovo. Le popolari tortine colorate sono buonissime se accompagnate da una tazza di chocolat chaud.

[wp_geo_map]

La cittadina di Amiens si trova a 130 km da Parigi, posizionata in un punto strategico visto che si trova a metà strada tra Parigi e il Belgio. Le bellezze artistiche vengono segnalate da un itinerario con cartelli, dove potrete ammirare i vicoli e i canali del centro storico, il Beffroi, il Crique Municipal, La Maison de Jules Verne, la Tour Perret e i quartieri Saint Leu e Maurice.

Nei dintorni la località più caratteristica da non perdere è Beauvais, dove si trova la Cattedrale di St. Pierre con il popolare Orologio Astronomico.

La città alta di Bergamo

bergamo-altaBergamo è senza dubbio una città davvero caratteristica che offre la possibilità di accedere a diverse alternative e bellezze architettoniche. Ovviamente la zona alta è quella dove si trovano la maggior parte delle attrattive sia a livello storico che artistico.

Il turista ha la possibilità di passeggiare comodamente per il borgo medioevale, dove si possono ammirare i bastioni eretti nel XVI Secolo durante gli anni di dominazione veneziana. L’itinerario tipo dovrebbe partire da Piazza Vecchia, dove si affaccino gli edifici più interessanti.

Tra questi non possiamo fare a meno di segnalare Il Palazzo della Ragione, Palazzo Nuovo con la sua fantastica Biblioteca Angelo Mai e la popolare Torre Civica conosciuta come il Campanone. Questo monumento è caratteristico visto che ogni sera alle 22.00 scocca 100 colpi, andando poco più sud ecco il Duomo, la Cappella Colleoni, il Battistero di Giovanni da Campione e la Basilica di Santa Maria Maggiore.

Proprio in quest’ultimo luogo di culto riposano le spoglie del popolare musicista Gaetano Donizetti. Al centro della Piazza, non si può fare a meno di ammirare in tutta la sua bellezza, la fontana dei Contarini, proseguendo per l’itinerario soffermatevi presso l’angolo caratteristico di Piazza Cittadella, dove è presente il museo  civico archeologico e il Museo di Scienze Naturali.

[wp_geo_map]

 

Nella città alta trova sede anche la Facoltà di Lingue e Letterature straniere e un incantevole Orto Botanico. Una città da ammirare da cima a fondo, con i suoi stemmi antichissimi i punti a favore di chi ama la storia e le antiche fortificazioni medioevali. Bergamo Bassa propone una datazione molto diversa dei vari quartieri, sicuramente la strada principale è quella relativa al viale Papa Giovanni XXIII che porta fino alla stazione ferroviaria.

Non basta solo un giorno per poter ammirare tutte queste bellezze, quindi preparatevi a trascorrere almeno un fine settimana a Bergamo.

Il Museo del Camposanto Monumentale a Pisa

camposanto-monumentale-pisaLe persone che hanno avuto la possibilità di prendersi qualche giorno di relax, sicuramente non potranno fare a meno di visitare il popolare Museo del Camposanto in Piazza Duomo a Pisa. Per chi non lo sapesse, stiamo parlando del Camposanto Monumentale, un antichissimo cimitero storico che fu realizzato nel 1277 da Giovanni di Simone.

L’idea originaria era quella di posizionare al suo interno, tutti i sarcofagi e le sepolture che un tempo era contenute nella Cattedrale. Nel corso dei secoli, il Camposanto fu arricchito da mille affreschi e decorazioni scultoree, diventando ufficialmente un monumento sepolcrale.

La prima fase di restauro avvenne dopo la seconda Guerra Mondiale, fu proprio in quel periodo che si eliminarono le opere dai muri, scoprendo le meravigliose sinopie. Al suo interno sono conservati antichissimi affreschi staccati e risalenti al XIV e XV secolo, 84 sarcofagi e stature romane per non parlare di elementi risalenti all’epoca medievale e rinascimentale.

Il ciclo di realizzazione del complesso, fu terminato dopo decenni da Andrea Bonaiuti, Antonio Veneziano e Spinello Aretino che lavorarono per creare “ Storie dei Santi Efiso e Potito e dell’Antico Testamento”. Un tempo il Camposanto pisano era utilizzato per le sepolture delle personalità cittadine: docenti di Università, governati e le famiglie più popolari dell’epoca.

Le spoglie venivano adagiate riutilizzando le tombe dell’epoca romana per ottenere il massimo pregio. A partire dal XVI secolo, iniziò ufficialmente il processo di Musealizzazione con apposizione di iscrizioni romane sulle pareti.

[wp_geo_map]

 

Per raggiungere il Museo del Campo Santo, basta andare verso il centro storico di Pisa e seguire le indicazioni per Piazza Duomo, dove non mancheranno le possibilità di continuare al meglio il vostro tour per la città. Gli orari di apertura variano: Stagione invernale apertura dalle 9-alle 16:45, d’estate dalle 8 alle 19:45.

Siete pronti a visitare questa bellezza di Pisa?

Turchia: scopriamo la città sotterranea di Derinkuyu

Chi vorrebbe visitare la Turchia, dovrebbe conoscere la zona del Cappadocia, in questa zona si trova la città sotterranea più bella del mondo.

Il suo nome è Derinkuyu, una località risalente al VII secolo che offre una profondità di 85 metri, dove  sono presenti anche 11 livelli ma solo 4 di questi sono visitabili. La sua caratteristica principale è quella di mostrare delle grotte scavate a mano che un tempo, venivano utilizzate come deposito di cibi,  stanze per la ventilazione o chiese.

All’interno dell’antichissima città, potevano essere ospitate ben 50 mila persone e grazie ai vari tunnel presenti nel sottosuolo, si potevano raggiungere altre città.  Pensate che proprio a Derinkuyu, si nascosero i primi cristiani che sfuggivano alle persecuzioni religiose.

Come arrivare in questa zona? Gli esperti del settore, consigliano di raggiungere la città sotterranea da Goreme.  Chi effettua un tour turistico, deve sapere che si parte inizialmente da Istanbul, per raggiungere questa località,  I biglietti per Goreme sono facilmente acquistabili presso i chioschi di travel sparsi per il quartiere di Sultanamet e i pullman (specie quelli della linea Metro) sono particolarmente puliti e dotati di comfort.

Una volta arrivati a Goreme, prendete in affitto una macchina oppure utilizzate i mezzi pubblici per organizzarvi al meglio a 40 km ecco la città sotterranea di Derinkuyu . Nella maggior parte dei casi, troverete un sacco di escursioni organizzate da tour operator specializzati.

[wp_geo_map]

 

Che ne pensate di iniziare a valutare questa location mistica? La Turchia ha molto bellezze da mostrare ma le caratteristiche rappresentate dalle città sotterranee, vi permetteranno di entrare in un mondo unico e originale che poco alla volta vi permetterà di capire quanto sarà importante valutare anche l’estero per una vacanza indimenticabile. In alcuni periodi dell’anno, sono disponibili prezzi a dir poco interessanti e adatti a tutti.

Un’escursione sul ponte del Diavolo nel parco di Kromlau

[wp_geo_map]

Rakotzbruke noto anche come il Ponte del Diavolo, è una originale costruzione che sorge nel più grande Parco di rododendri ed azelee, molto noto al turismo europeo.

Situato a Kromlau, frazione del Villaggio tedesco di Gablenz, nella zona più orientale della Sassonia, Rakotzbruke si presenta agli occhi dei suoi innumerevoli visitatori come un’imponente struttura che attraversa con il suo arco perfetto il lago sottostante. La sua costruzione risale al 1860 circa ed è sostenuto da colonne esagonali di basalto; sembra che il nominativo di Ponte del Diavolo gli sia stato attribuito, perché era quasi impossibile costruirlo, senza l’aiuto del “diavolo” stesso.

Per erigerlo furono impiegati ben dieci anni ed oggi, oltre alla sua splendida posizione nella natura, ciò che lascia senza fiato è soprattutto il gioco del riflesso del suo arco nell’acqua del lago sottostante, che forma un cerchio perfetto, da qualsiasi lato lo si osservi.

Ammirandolo, si avrà l’impressione di essere nelle vicinanze di uno stargate, uno di quei paesaggi multidimensionali, in grado di trasportare in mondi paralleli.

il-ponte-del-diavolo-RakotzbrukeLa bellissima cornice che fa da sfondo al Rakotzbruke, grazie alla grandissima varietà di vegetazione presente nell’immenso Giardino botanico di Kromlau, fa di questo posto il luogo ideale dove trascorrere una giornata a contatto con la natura.

In realtà non esiste un periodo migliore per visitarlo, ogni stagione porta con se nuovi colori e profumi e le innumerevoli piante offrono uno spettacolo variopinto in ogni stagione dell’anno.
Sicuramente per raggiungere questa meta così affascinante ed interessante da qualsiasi luogo si parte, il mezzo più consigliato è l’aereo, che consentirà di raggiungere la Sassonia (Lipsia o Dresda), per poi raggiungere Kromlau servendosi dei traporti interni.

Scopriamo la splendida costa Marchigiana

penisola di conero

Le Marche sono una bellissima regione dove passare qualche giorno in villeggiatura. Conosciuta soprattutto per il turismo eco-sostenibile e le vacanze a contatto con la natura che offre grazie ai numerosi parchi nazionali e regionali che ospita, questa regione è però costellata anche di splendide località di mare, spesso sconosciute ai più.

Le Marche infatti si affacciano sul Mar Adriatico offrendo al visitatore spiagge attrezzate, tratti di costa selvaggia e calette nascoste, con la propria varietà possono soddisfare ogni tipo di viaggiatore.

Numerose sono anche le soluzioni di alloggio, dai classici hotel e bed and breakfast, agli agriturismi biologici, fino alla possibilità di affittare una casa al mare nelle Marche. Ce ne è veramente per tutti i gusti, qui di seguito vi proponiamo un elenco delle località balneari più belle.

La Penisola del Conero è raggiungibile a nord di Ancona. Qui la costa è quasi selvaggia e ospita alcune dele spiagge più belle dell’interea regione come quella di Portonovo che si distende in un contesto naturale ancora intatto. qui la macchia mediterranea la fa da padrona e giugne fino alle acque cristalline del mare. La spiaggia è di ciottoli bianchi ben levigati dal flusso delle onde. La riserva inoltre ospita due suggestivi laghetti salmastri.

Vicino alla spiaggia è inoltre possibile ammirare una torre di Guardia del ‘500 e un fortino napoleonico, ora adibito ad albergo.

Numana è un altro paesino che si trova nella penisola che ospita splendide spiagge come quella di Marcelli, ampia, ventilata e ben attrezzata con stabilimenti balneari e ristoranti. La spiaggia è di sassi piccolissimi color oro molto sottili. Degne di nota e anch’esse molto ben attrezzate sono le spiagge di Numana Alta (la Spiaggiola) e Numana bassa. Sempre a Numana Alta si può trovare la spiaggia dei Frati, più defilata e tranquilla si affaccia su un mare limpido e cristallino.

lucertola-conero-strand3

Sirolo è un’altra località del Conero famosa per le sue spiagge ed che sono tra le più selvagge delle Marche. Molto suggestiva è la spiaggia delle due sorelle, simbolo della riviera del conero, così chiamata per due scogli gemelli che emergono dal mare. La spiaggi è raggiungibile solo via mare e si conserva per questo motivo intatta e incontaminata. La spiaggia dei sassi neri, come suggerisce il nome è una spiaggia caratterizzata da sassi scuri anch’essa libera e selvaggia. Da visitare anche la spiaggaia urban i a forma di mezzaluna e protetta dagli scogli. Vicino ad una pineta qui è possibile trovare stabilimenti balneari.

San Benedetto de Tronto è una delle più importanti località di villeggiatura balneare nelle Marche. Il paese è molto suggestivo con il molo in cui fare lunghe passeggiate e la città alta. Il lungomare caratterizzato da lunghe spiagge di sabbia.

Porto Potenza Picena è invece un’altra cittadina caratterizzata d un litorale sabbioso di altri 3 km nel quale si possono trovare tratti di spiaggia libera alternati a tratti attrezzati con stabilimenti balneari. Potenza picena è uno dei paesini più antichi e suggestivi del marchigiano ed è particolarmente caratteristico per la propria posizione arroccata su un colle.

Ce ne è davvero per tutti i gusti e l’esigenza, non resta a voi scegliere qual è il tipo di vacanza nelle Marche che fa al caso vostro!