Il Museo del Camposanto Monumentale a Pisa

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

camposanto-monumentale-pisa

Le persone che hanno avuto la possibilità di prendersi qualche giorno di relax, sicuramente non potranno fare a meno di visitare il popolare Museo del Camposanto in Piazza Duomo a Pisa. Per chi non lo sapesse, stiamo parlando del Camposanto Monumentale, un antichissimo cimitero storico che fu realizzato nel 1277 da Giovanni di Simone.

L’idea originaria era quella di posizionare al suo interno, tutti i sarcofagi e le sepolture che un tempo era contenute nella Cattedrale. Nel corso dei secoli, il Camposanto fu arricchito da mille affreschi e decorazioni scultoree, diventando ufficialmente un monumento sepolcrale.

La prima fase di restauro avvenne dopo la seconda Guerra Mondiale, fu proprio in quel periodo che si eliminarono le opere dai muri, scoprendo le meravigliose sinopie. Al suo interno sono conservati antichissimi affreschi staccati e risalenti al XIV e XV secolo, 84 sarcofagi e stature romane per non parlare di elementi risalenti all’epoca medievale e rinascimentale.

Il ciclo di realizzazione del complesso, fu terminato dopo decenni da Andrea Bonaiuti, Antonio Veneziano e Spinello Aretino che lavorarono per creare “ Storie dei Santi Efiso e Potito e dell’Antico Testamento”. Un tempo il Camposanto pisano era utilizzato per le sepolture delle personalità cittadine: docenti di Università, governati e le famiglie più popolari dell’epoca.

Le spoglie venivano adagiate riutilizzando le tombe dell’epoca romana per ottenere il massimo pregio. A partire dal XVI secolo, iniziò ufficialmente il processo di Musealizzazione con apposizione di iscrizioni romane sulle pareti.

 

Per raggiungere il Museo del Campo Santo, basta andare verso il centro storico di Pisa e seguire le indicazioni per Piazza Duomo, dove non mancheranno le possibilità di continuare al meglio il vostro tour per la città. Gli orari di apertura variano: Stagione invernale apertura dalle 9-alle 16:45, d’estate dalle 8 alle 19:45.

Siete pronti a visitare questa bellezza di Pisa?